Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/481

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


suggeriti le sono dal fecondo ( ’ ) suo spirito, e da quelle varie dottrine e cognizioni di cui è ella adorna, e giunge finalmente a cogliere nel segno propostosi, ed a rendersi contenta nelF acquisto d’uno (2) Sposo, che le si deve a riparo della propria riputazione. Ne sembrami poco per una Donna, che dopo aver ottenuto l’intento suo, pubblicamente si disdica di tutto ciò che nel tempo de’ suoi raggiri ha avuto occasione di dire, corregga que’ difetti medesimi ch’ella aveva adulati, e faccia conoscere che fatto lo aveva per suo vantaggio, sapendo per altro (3) amare ed insegnare la vera virtù. Ora, dopo una tale lezione, dopo aver soddisfatto coli’arte e coli’ingegno al suo giusto desiderio, e dopo avere sì ben provveduto a se e ad altri ancora, parmi che le si convenga ragionevolmente il titolo di Donna di Garbo.

E poi a che vogliamo noi disputare del titolo? S ella non è realmente una Donna di Garbo a senso di cotesti Signori, ella lo è a senso di tutti i Personaggi della Commedia, che (4) così 1 appellano e ne rimangono contenti, ed io perciò con questo titolo l’ ho pubblicata.

Ma per dar piacere a’ critici Censori e scrupolosi (5), ella medesima, la mia sincera Rosaura, confessa nell’ultimo della Commedia non esser altrimenti (6) Donna di Garbo, e che se tale fosse, avrebbe dati de* buoni, e non de’ cattivi consigli; nella qual confessione ella è realmente una Donna di Garbo ad onta della sua modestia, ed a dispetto di chi non lo vuole (7). (I) Paper, aggiunge: e sublime. (2) Paper.: d’un adoralo. (3) Paper, aggiunge: distinguere. (4) Papier, aggiunge: Lombardamerìte. (5) Paparini: e agli scrupolosi indiscreti. (6) Paper.: non esser essa altrimenti Vera Donna ecc. (7) Ciò che segue nell’ed. Paperini, si può leggere nell’Appendice della presente commedia.