Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XV.djvu/71

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IL PADRE PER AMORE 63

ATTO QUARTO.

SCENA PRIMA.

Strada.

Il Cavaliere Ansaldo e Fabrizio.

Cavaliere. Non è l’amor soltanto, che accendami a tal segno.

Per onor, per vendetta, son nel più forte impegno.
Quando ogn arte possibile abbia tentata invano,
Mi ha da costar la vita, o quella del germano.
Fabrizio. Parmi ben stravagante che il prence don Fernando,
Un uom di tanta stima, un uom sì venerando.
Scoperta la ragazza non essere sua figlia,
L’ami ancor come fosse nata di sua famiglia.
E il duca don Luigi, che tanta gloria ostenta,
Come mai di tai nozze s’appaga e si contenta?
Convien dir che sian ciechi ambi per troppo affetto.