Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1913, XVI.djvu/211

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ATTO PRIMO.

SCENA PRIMA.

Camera di Costanza.

Costanza alla tavoletta, e Mariuccia cameriera che sta assettandole il capo.

Costanza. Eppure ancora non istò bene. (guardandosi nello specchio alla tavoletta)

Mariuccia. Che dice mai, signora padrona? Sta tanto bene, che pare una principessa.

Costanza. Non vedi che da questa parte i capelli sono meglio arricciati che da quest’altra?

Mariuccia. lo non ci conosco questa gran differenza.

Costanza. Ci mancherebbe poco, che non mi rimettessi le mani in testa un’altra volta, e non ti facessi ricominciare da capo.