Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1915, XX.djvu/547

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



Rose. (Non si può dire (’^ ch’ella non abbia del merito), (piano a) madama Foritene.

Fontene. (Si, del merito!) (a monsieur la Rose, burlandosi)

Doralice. E bene, signora mia, in che cosa posso servirvi ì

Fontene. Avete tanta premura d’andarvene? (la guarda sempre) con attenzione) (Non vi è male ^^\ per dirla; ma non ci sono quelle) maraviglie che dicono) ^^K (da sé)

Doralice. S’io sapessi con chi ho l’onor di parlare, non man- cherei di usare quelle attenzioni che si convengono.

Fontene. Sapete parlar francese? DoR ALICE. Intendo tutto, ma non parlo bene, signora.

Fontene. (Oibò, oibò, non vai niente, non ha spirito, non ha) talento). (^ monsieur la Rose)

Rose. (Perdonatemi, mi pare che parli bene nella sua lingua ("•), e che abbia del sentimento).

Fontene. (È un gran cattivo giudice la prevenzione), (a monsieur la Rose)

Doralice. Signori, con loro buona licenza. (vuol partire)

Fontene. Dove andate, madamigella?

Doralice. Nelle mie camere, se non avete niente da comandarmi.

Fontene. Ci verremo anche noi.

Doralice. Perdoni, io non ricevo persone che (^^ non conosco.)

Rose. Ha ragione. Io sono la Rose, negoziante in Parigi, vostro umilissimo servitore.

Fontene. E protettore delle italiane....

Rose. E questa signora è madama.... ^^^ (vorrebbe dire il nome di) madama a Doralice.

Fontene. Là, là, se volete (^) ch’ella sappia il vostro nome, siete padrone di farlo, ma non vi avete da prendere la libertà di dire (®) il mio, senza mia ^^^ permissione.

Doralice. Mi creda, signora, ch’io non ho veruna curiosità di saperlo. (con caricatura) (I) C. 8.: negare che non ecc. (2) C. s.: Eh non vi è male ecc. (3) Neil’ed. Zatta è stampalo così: « (la guarda sempre) Non vi è mate per dirla, ma (cor» attenzione) non ci sono quelle maraviglie che dicono.. (4) Qui finisce Rose nelle ed.’ cit. e segue Font.: E un gran giudice ecc. (5) C. s.: cA’io non conosco. Rose, lo sono ecc. (6) C. s.: madama la... (7) C. 8.: La... la... se volete ecc. (8) C. s.: dare. (9) C. 8.: la mia.