Pagina:Graf - Le Rime dalla Selva, 1906.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
70 Le Rime della Selva


Ond’è che per mia salute,
     Quand’ero giovine topo,
     E, se non erro, anche dopo,
     56Mi sono molto piaciute.

Ed esse, buon pro lor faccia,
     Mi furon sempre benigne....
     Non dite che nulla strigne
     60Chi molto, anzi troppo, abbraccia. —

Di grazia, per qual cagione
     Avrei da essere triste,
     Se tutto quello ch’esiste
     64Ha la sua brava ragione?

La sua ragion buona e bella,
     La quale fa che ogni cosa,
     O vuoi piacente o nojosa,
     68Sia, non un’altra, ma quella.

Ed ogni cosa che passa,
     Passa per fare del posto,
     E quanto passa più tosto,
     72Più si ravvia la matassa.