Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/267

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


QUADERNO 2 (XXIV) richiamato: Napoleone rappresentava la società civile e il militarismo della Francia, congiungeva in sé le due funzioni di capo del governo e di capo dell’esercito. La classe domi¬ nante italiana non ha saputo preparare dei capi militari, ec¬ co tutto. Perché si dovrebbe domandare a Cadorna una grande capacità politica, se non si domanda ai capi politici una corrispondente capacità militare? Certo il capo milita¬ re deve avere, per la sua stessa funzione, una capacità poli¬ tica, ma l'atteggiamento politico verso le masse militari e la politica militare devono essere fissati dal governo sotto la sua responsabilità. Ecco una serie di quistioni molto inte¬ ressanti da studiare a proposito della guerra fino a Caporet- to: c’era identità di vedute tra Governo e Cadorna sulla po¬ litica militare, sui fini strategici e sui mezzi generali per rag¬ giungerli e sull’amministrazione politica delle masse milita¬ ri? Sul primo punto c'era disaccordo tra Cadorna e Sonni¬ no, e Cadorna era miglior politico di Sonnino: Cadorna vo¬ leva fare una politica delle nazionalità in Austria, voleva | cioè cercare di disgregare l’esercito austriaco, Sonnino si op¬ pose; egli non voleva la distruzione dell'Austria. Sul secon¬ do punto non si hanno elementi: è molto probabile che il governo abbia trascurato di occuparsene, pensando che rientrasse nei poteri discrezionali del capo dell’esercito. Non cosi avvenne in Francia, dove gli stessi deputati si re¬ cavano al fronte e controllavano il trattamento fatto ai sol¬ dati: in Italia ciò appariva un’enormità, ecc., e avrà magari dato luogo a qualche inconveniente, ma gli inconvenienti non furono certo della importanza di Caporetto). «Le deficienze naturali di senso storico e di intuito dei sentimenti delle masse si resero più sensibili per una conce¬ zione della vita militare che aveva assorbito alla scuola del Pianell e che s'era intrecciata ad una fede religiosa tendente al misticismo»2. (Sarebbe più esatto parlare di bigotteria e precisare che sull’influsso del sentimento religioso Cadorna fondava la sua politica verso le masse militari: l'unico coef- ficente morale del regolamento era infatti affidato ai cappel¬ lani militari). Avversione di Cadorna per la vita politica par¬ lamentare, che è incomprensione (ma non lui solo responsa¬ bile, bensì anche e specialmente il governo). Non ha parte-