Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/318

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


1930: (miscellanea) 311 in corso. Il grande politico perciò non può che essere «col¬ tissimo», cioè deve «conoscere» il massimo di elementi del¬ la vita attuale; conoscerli non «librescamente», come «eru¬ dizione» ma in modo «vivente», come sostanza concreta di «intuizione» politica (tuttavia perché in lui diventino so¬ stanza vivente di «intuizione» occorrerà apprenderli anche « librescamente » ). § ( 34 ). Passato e presente. L’aspetto della crisi moder¬ na che viene lamentato come «ondata di materialismo» è collegato con ciò che si chiama «crisi di autorità». Se la classe dominante ha perduto il consenso, cioè non è più « di¬ rigente », ma unicamente « dominante », detentrice della pu¬ ra forza coercitiva, ciò appunto significa che le grandi masse si sono staccate dalle ideologie tradizionali, non credono più a ciò in cui prima credevano ecc. La crisi consiste appunto nel fatto che il vecchio muore e il nuovo non può nascere: in questo interregno si verificano i fenomeni morbosi più svariati. A questo paragrafo devono essere collegate alcune osser¬ vazioni fatte sulla cosi detta « quistione dei giovani » 1 deter¬ minata dalla «crisi di autorità» delle vecchie generazioni di¬ rigenti e dal meccanico impedimento posto a chi potrebbe dirigere di svolgere la sua missione. Il problema è questo: una rottura cosi grave tra masse popolari e ideologie domi¬ nanti come quella che si è verificata nel dopoguerra, può es¬ sere « guarita » col puro esercizio della forza che impedisce a nuove ideologie di imporsi? L’interregno, la crisi di cui si impedisce cosi la soluzione storicamente normale, si risolve¬ rà necessariamente a favore di una restaurazione del vec¬ chio? Dato il | carattere delle ideologie, ciò è da escludere, ma non in senso assoluto. Intanto la depressione fisica por¬ terà a lungo andare a uno scetticismo diffuso e nascerà una nuova «combinazione» in cui per es. il cattolicismo diven¬ terà ancora di più pretto gesuitismo ecc. Anche da questo si può concludere che si formano le condizioni più favorevoli per un’espansione inaudita del materialismo storico. La stessa povertà iniziale che il materialismo storico non può