Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/611

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


604 QUADERNO 5 (ix) è di origine filosofica (Hegel) e si riferisce piuttosto all’attività edu¬ cativa e morale dello Stato; « Stato intervenzionista» è di origine eco¬ nomica ed è legato alle correnti protezionistiche o di nazionalismo economico. Le due correnti tendono a fondersi, ma la cosa non è ne¬ cessaria. Naturalmente i liberali sono per lo Stato veilleur de nuit in maggiore o minore misura: gli « economisti » totalmente, i filosofi con distinzioni molto importanti, perché presuppongono la lotta del lai¬ cismo contro le religioni positive nella società civile. I cattolici real¬ mente sono agnostici: essi vorrebbero lo Stato intervenzionista a loro favore; in assenza [di ciò], lo Stato indifferente, perché se lo Stato non è favorevole, potrebbe aiutare i loro nemici: in realtà Ì cattolici vo¬ gliono tutto per loro. Cfr Quaderno 26 (xii), pp. 8-9. § ( 70 V. Stato è Chiesa. La circolare ministeriale su cui ’c^Ainsiste « Ignotus » nel suo libretto Stato fascista, Chiesa e Î Scuola (Libreria del Littorio, Roma, 1929), dicendo che « non viene da molti giudicata un monumento di prudenza politica, in quanto si esprimerebbe con eccessivo zelo, con quello zelo che Napoleone (vorrà dire Talleyrand) | non vo¬ leva assolutamente, con uno zelo che potrebbe sembrare ec¬ cessivo se il documento anziché da un Ministero civile, fos¬ se stato diramato dalla stessa amministrazione ecclesiasti¬ ca» *, è firmata dal ministro Belluzzo e inviata il 28 mar¬ zo 1929 ai Provveditori (Circolare n. 54 pubblicata nel «Bollettino Ufficiale» del Ministero dell’Educazione Nazio¬ nale il 16 aprile 1929, riportata integralmente nella «Civil¬ tà Cattolica» del 18 maggio successivo)3. Secondo «Igno¬ tus » questa circolare avrebbe facilitato ai cattolici un'inter¬ pretazione estensiva dell’articolo 36 del Concordato. Ma è poi vero? «Ignotus» scrive che l’Italia con Part. 36 del Concordato non riconoscerebbe ma appena ( ! ? ) considere¬ rebbe «fondamento e coronamento dell’istruzione pubblica l’insegnamento della Dottrina cristiana secondo la forma ri¬ cevuta dalla tradizione cattolica»3. Ma è logica questa re¬ strizione di «Ignotus» e questa interpretazione cavillosa del verbo « considerare » ? La quistione certo è grave e pro¬ babilmente i compilatori dei documenti non pensarono a tempo alla portata delle loro concessioni, quindi questo brusco arretramento. (Ë da pensare che il cambiamento di 1930-1932: (