Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/678

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


miscellanea) 671 non tedeschi. Nell’artigianato esiste il lavoro a serie e standardizzato «tale e quale» che negli Stati Uniti: la differenza è di scala: l’artigia¬ no produce mobili, aratri, roncole, coltelli, casette di contadini, stoffe, ecc., | standardizzate sulla scala del villaggio, o del mandamento, del circondario, della provincia, al massimo della regione: l’industria americana ha la misura standard in un continente o nel mondo intero. L’artigiano produce sempre le stesse roncole, gli stessi carri, gli stessi finimenti da animali da tiro, ecc., per tutta la vita. L’artigianato a «creazione individuale» incessante è così minimo che comprende solo gli artisti nel senso stretto della parola (e ancora: i «grandi» artisti). Il libro del Fanelli può dare origine a paragrafi in varie rubriche: in «Passato e presente », in «Americanismo», in «Lorianismo». Cfr Quaderno 28 (in), pp. 14-17. § ( 141 ). Cattolici integrali, gesuiti, modernisti. Cfr l’articolo La lunga crisi dell’«Action française» nella « Civiltà Cattolica » del 7 set¬ tembre 1929 Si loda il libro La trop longue crise de VAction Fran¬ çaise di Mons. Sagot du Vauroux, évêque d’Agon, Parigi, ed. Bloud, 1929, opera che « riuscirà utilissima anche agli stranieri, i quali non riescono a comprendere le origini e meno ancora la persistenza, con¬ giunta a tanta ostinazione, degli aderenti cattolici che li acceca sino a farli vivere e morire senza sacramenti, piuttosto che rinunziare alle odiose esorbitanze di un loro partito ó dei suoi dirigenti increduli»2. La «Civiltà Cattolica» si giustifica, di non occuparsi più spesso della polemica dell’Action Française, e tra l’altro dice: «Oltre a ciò, la pro¬ lungata crisi non tocca l’Italia se non per riverbero, ossia per una lon¬ tana concomitanza ed analogia, che essa potrebbe avere con le tenden¬ ze generali paganeggianti dell’età moderna»3. Questa è appunto la debolezza della posizione gesuitica contro VAction Française, ed è una delle cause del furore fanatico di Maurras e dei suoi seguaci; questi sono persuasi che il Vaticano fa su di loro una esperienza « in corpore vili » che li ha posti nella condizione del ragazzetto che accompagnava sempre, una volta, il principe eredita¬ rio inglese e si pigliava le nerbate per conto delle sue capestrerie; da ciò Maurras e C. traggono la persuasione che l’assalto che hanno su¬ bito sia meramente politico, perché se fosse religioso dovrebbe essere universale non solo a parole, ma come identificazione o «punizione» anche negli altri paesi degli elementi individuali o I di gruppo, che so¬ no, ideologicamente, sul loro stesso piano. Altre indicazioni di «cattolici integrali»: il Bloc antirévolution¬ naire di Félix Lacointe « degno amico del citato Boulin e dei suoi so¬ ci»4 (del Boulin e della sua «Revue Internationale des Sociétés se¬ crètes» ho preso nota in altro paragrafo)s. Il Lacointe avrebbe pub¬ blicato che il cardinale Rampolla era iscritto alla Massoneria o qual¬ cosa di simile. (Al Rampolla si rimprovera ancora la politica del ral¬ liement fatta da Leone XIII; ricordare a proposito del Rampolla che il veto al conclave contro la sua elezione al pontificato fu fatto dal- 71 71 bis