Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, II.djvu/346

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


i93I_i932: (miscellanea) 1021 vita statale). [Cfr pag. 45, l'argomento «Iniziativa indivi¬ duale »]1. 4 131 ). Nozioni enciclopediche e argomenti di cultura. 1) Il motto della «Civiltà Cattolica»: «Beatus populus cuius Dominus Deus eius». (Ps. 143, 15). Gli scrittori della rivista traducono cosi: «Beato il popolo che ha Dio per suo Signore»1. Ma è esatto? La traduzione è questa: «Beato il popolo che ha per signore il proprio Dio». Cioè il motto riproduce l'esaltazione della nazione ebrea e del Dio nazionale ebraico che ne era il Signore. Ora la «Civiltà Cat¬ tolica» vuole chiese nazionali, come è implicito nel motto? (Cfr la traduzione della Bibbia fatta dal Luzzi3 per l'accer¬ tamento dei testi)2. 2) Religione e politica. Un argomento da studiare è questo: se esista un rapporto e quale sia tra l’unità religiosa di un paese e la molteplicità dei partiti e viceversa tra la unità relativa dei partiti e la molteplicità delle chiese e sette religiose. Si osserva che negli Stati Uniti, dove i partiti po¬ litici efficienti sono due o tre, esistono centinaia di chiese e sette religiose; in Francia dove l’unità religiosa è notevole, | esistono decine e decine di partiti. Ciò che fa riflettere è il caso della Russia zarista, dove partiti politici normalmente e legalmente non esistevano o erano repressi ed esisteva la tendenza alla molteplicità delle sette religiose le più imbe¬ vute di fanatismo. Si potrebbe spiegare osservando che sia il Partito che la Religione sono forme di concezione del mondo e che l’unità religiosa è apparente come è apparente l’unità politica: l’unità religiosa nasconde una reale molte¬ plicità di concezioni del mondo che trovano espressione nei partiti, perché esiste «indifferentismo» religioso, come l’unità politica nasconde molteplicità di tendenze che tro¬ vano espressione nelle sette religiose ecc. Ogni uomo tende ad avere una sola concezione del mondo organica e sistema¬ tica, ma poiché le differenziazioni culturali sono molte e profonde, la società assume una bizzarra variegazione di 8 Nel ms : « Liuzzi ».