Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, II.djvu/422

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


i). Nozioni enciclopediche. Il galletto rosso. Dal 8 francese le coq rouge, termine che deve essere d’origine contadina e indica l’incendio appiccato per ragioni politiche nelle lotte di fazione e nelle jacqueries. Si potrebbe ricorda¬ re la cosi detta tattica del fiammifero predicata da Micheli¬ no Bianchi e Umberto Pasella nelle campagne emiliane du¬ rante il predominio sindacalista verso il 1906 \ 1 § (a). I nipotini di padre Bresciani. Una sfinge senza enigmi. NelP« Ambrosiano » deìl’8 marzo 1932 Marco Ramperti aveva scritto un articolo La Corte di Salomone in cui, tra l’altro scriveva: «Stamattina mi sono destato sopra un "logogrifo” di quattro righe, intorno a cui avevo veglia¬ to nelle ultime sette ore di solitudine, senza naturalmente venirne a capo di nulla. Ombra densa! Mistero senza fine! Al risveglio mi accorsi, però, che nell’atonia febbrile avevo scambiato la Corte di Salomone con VItalia Letteraria, il wlogogrifo” enigmatico con un carme del poeta Ungaret¬ ti...» \ A queste eleganze del Ramperti l’Ungaretti rispon¬ de con una lettera pubblicata nell’«Italia Letteraria» del 10 aprile e che mi pare un «segno dei tempi». Se ne pos¬ sono ricavare quali «rivendicazioni» TUngaretti ponga al «suo paese» per essere compensato dei suoi meriti nazio¬ nali e mondiali. (L’Ungaretti non è che un buffoncello di mediocre intelligenza): «Caro Angioletti, di ritorno da un viaggio faticoso per guadagnare lo scarso pane dei miei bimbi, trovo i numeri dell’“Ambrosiano” e della "Stampa” nei quali un certo signor Ramperti ha creduto di offender¬ mi. Potrei rispondergli che la mia poesia la capivano i con- 15* IO98 QUADERNO