Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


112 Lo sviluppo di un pianeta intervento del radio nella dinamica della crosta della Terra, che deve aver influenzato 1* intiera storia del nostro globo, e che fornisce una spiegazione dell’in¬ stabilità della crosta ». Si vedrà che, mentre le teorie primitive per spie¬ gare la condizione e la storia dell’interno della Terra assegnano la distribuzione di calore, là dentro, a cause che hanno tenuto dietro alle condizioni di calore e di materia che esistevano al principio del mondo, esse (cioè quelle teorie) fanno derivare l’energia che è stata responsabile della presente struttura della crosta, dal residuo del calore originale, o da compressione o dalle collisioni di planetismarì. Ma le nuove teorie del ca¬ lore evocato dallo scompaginarsi degli atomi ci invitano a considerare l’esistenza entro la Terra di un vasto deposito di energia, che è originariamente chimica, e che proviene dalla distruzione degli elementi ; e non già dalla sola alterazione delle molecole loro, ma bensì dal disfacimento degli atomi loro. È stato veramente oggetto di discussione se tutto il calore che è stato osservato in miniere, tunnels, e fori, sia di un ordine che potesse essere spiegato in cotesto modo. Rivista delle Teorie. Avendo presentato nel capitolo precedente alcune delle opinioni che sono state manifestate circa la tem¬ peratura e le condizioni dell’interno della Terra, al¬ cune poche parole possono essere aggiunte a mo’ di sommario e fors’anche a mo’ di avvertimento. « Noi nulla conosciamo realmente », osserva il Dr. C. G. Knott (i), « delle proprietà della materia sotto le (i) « The Physics of Earthquake Phenomena», by C. G. Knott, pag. 272 (Clarendon Press), 1908. In una lettera al « Times » del 5 Agosto 1906, Lord Kelvin scriveva da Aix les Bains : * Per premunire contro un’avven-