Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/139

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’interno della Terra 117 Giapponesi, sia, benché meno aspramente, dal Dr. C. G. Knott, il quale crede che il numero d’osserva¬ zioni di questa sorta sinora fatte sia troppo piccolo e quelle poche siano troppo fragili per altri rispetti per guarentire una cosi grande costruzione della teoria ele¬ vata su tali basi. Ma noi possiamo citare la conclusione a cui Mr. Oldham è pervenuto dallo studio dei tre¬ miti dei terremoti. Egli fu addotto a supporre che sotto l’estrema crosta sottile esteriore della Terra vi esistesse della materia che fosse di materiale omo¬ geneo ed in identiche condizioni fisiche sino alla pro¬ fondità di circa 4500 miglia (7200 Km.). Al disotto di quella egli crede vi fosse un passaggio rapido a materia che differisse da quella grandemente per rigidità, den¬ sità ed altre qualità fisiche.