Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


La formazione di sistemi solari 7 Senza continuare ulteriormente in queste critiche dei particolari, noi possiamo forse dire che l’azione dì qual¬ che forza esterna, differente da quella dell’attrazione mutua delle particelle della nebulosa, dev’essere imma¬ ginata per spiegare l’origine della sua formazione di svi¬ luppo in un sistema. L’origine della massa nebulosa, dalla quale il sistema solare fu supposto esser stato svolto, non fu presa in considerazione da Laplace. Egli suppose la sua esistenza e la sua rotazione; ed allora procedette a dimostrare, com’egli pensava, in qual modo il sole ed i pianeti potessero essere stati formati da quella nebulosa nel corso delle età. Laplace, tuttavia, difettava di una parte delle co¬ gnizioni che sono possedute attualmente dai moderni astronomi e dai moderni ideatori di cosmogonie. Egli ignorava l’ubiquità delle nebulose a spirale. La scoperta delle nebulose a spirali fu fatta origi¬ nariamente da Lord Rosse ; e sebbene già esistesse dapprima il dubbio circa l’esistenza di queste forma¬ zioni, la fotografia ha per tal modo pienamente con¬ fermato che tra centinaia di migliaia di nebulose (i) che sono state risolte dal riflettore di Crossley, al¬ l’osservatorio di Lick, la più grande porzione assume questa forma. Il prof. J. E. Keeler ha notato che « ogni piccola nebulosa compatta che non mostra evidente l’aspetto della struttura spirale appare essere eccezio¬ nale ». Il signor J. Wilczynski di Berlino ha dimo¬ strato matematicamente che una forma a spirale suole essere assunta da una massa di gaz in moto rotatorio. recentemente mosse dal signor F. R. Moulton, Astrophysical Journal, marzo 1900 ; e dal sig. J. N. Stockwell. Astrophysical Journal, marzo 1904. (1)« Il riflettore di Crossley», da J. E. Keeler, nel The Astro¬ physical Journal, XI, pag. 325 (1900). Keeler ha trovato 120,000 nebulose prima della sua morte, avvenuta nel 1900. Il prof. Perrine ha dipoi supposto, qual numero approssimativo, quello di 500,000.