Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/237

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Agenti all’opera 213 precipitata dal fumo (1). Se le nebbie di Londra possono far tanto colle particelle di carbone, qual peso di tonnellate per ogni acro non si accumule¬ rebbe sul fondo del mare, nel corso di secoli, dalle particelle di altre sorta di polvere. Le pioggie nere e rosse 0 le nevi colorate (2) che qualche volta ca¬ dono, e che sono state avvertite nelle isole Britanniche e tra le montagne della Svizzera, debbono talvolta il loro colore a polvere trasportata : e della polvere di pioggia di questa sorta nel sud dell’Inghilterra è stata dimostrata essere molto verosimilmente derivata dagli uragani di sabbia dell’Africa 0 da temporali di polvere. Erosione atmosferica. Tuttavia l’opera principale dell’atmosfera consiste nell’alterare le caratteristiche delle località in cui essa ha di già polvere o sabbia da lavorare. Delle dune di sabbia, che si trovano per tutto il mondo, da Southport al Sahara, e dalle coste del Belgio a quelle del Lago Michigan, sono gli esempi i più famigliari di questo genere di architettura atmosferica. Una volta che i venti hanno posto le fondamenta di una duna di sabbia, essa si sviluppa mediante ciò che essa nutre sopra di sè : ed offre alloggio per quantità sempre più crescenti di sabbia. Le dune sono talvolta di 200 0 300 piedi (da 60 a 100 m.) di altezza: seb¬ bene esse difficilmente sieno, nei casi più frequenti, più di un decimo di quell’altezza. Il limite varia se¬ condo le condizioni differenti. La velocità del vento (1) Ossia Chilogr. 50 per ogni ara, oppure 1/2 Chilo per ogni m. q. di superficie. (Nota del Traduttore). (2) Sulle nevi cadute da qualche tempo si sviluppano talvolta dei micro-organismi in quantità considerevoli, sì da colorar quelle con svariati colori. Ma qui dicesi delle nevi che cadono già colorate. (Nota del Traduttore).