Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/238

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


214 Lo sviluppo di un pianeta è minore ai livelli più bassi, e quando è costrutta una duna, vien raggiunta una certa altezza, alla quale i venti superiori più forti portano via maggior quan¬ tità di sabbia, di quanta ne sia portata sulla cima. Le altezze approssimativamente eguali delle creste di molti dorsi di dune devono essere spiegate in questa maniera. Le dune possono assumere la forma di mon- ticelli o di creste. Entrambe queste forme si rinven¬ gono nel Sahara, dove, molto probabilmente le dune di sabbia pervengono al loro più alto grado di sviluppo. Talvolta capita di imbattersi colà in creste di dune che sono così alte e ripide che riesce assai malagevole farne l’ascensione ed ai viaggiatori tocca farne il giro alla base per parecchie miglia a fine di trovare una interruzione per la quale la duna possa essere attra¬ versata. La sabbia portata dal soffiar del vento non prende sempre la forma di dune; ma il suo accumu¬ larsi è talvolta ancora maggiormente impressionante. Lyell nei suoi « Principies of Geology » ha notato che « borgate e città innumerevoli sono state seppel¬ lite a ponente del Nilo, tra il tempio di Giove Ammone e la Nubia..., e... la sabbia, che ha circondato e riempito il gran Tempio di Ipsambul, dapprima sco¬ perto da Burchardt, e di poi parzialmente sterrato da Belzoni e Beechey, era così fine da rassomigliare ad un liquido in movimento 11 seppellimento di pa¬ recchi borghi e villaggi nell’Inghilterra ed in Francia, mediante sabbia portata dal vento, vien rammentato; così, per esempio, nel Suffolk nell’anno 1688, parte di Downham fu ricolma da sabbie che erano sfuggite, spezzando le barriere loro, circa cento anni prima, da una landa situata distante cinque miglia a sud-ovest. Questa sabbia aveva, nel corso di un secolo, viag¬ giato per cinque miglia, ed aveva ricoperto più di un migliaio di acri di terreno » (400 ettari). Le dune stesse possono migrare, a ciò indotte da