Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/255

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


CAPITOLO XII. Fattori di struttura. Deposizione delie roccie stratificate. - Depositi nei bassi fondi e nei mari profondi. - li fondo del mare. - Processi di forma¬ zione degli strati. - Roccie ignee. - Roccie serbatoi. - Clas¬ sificazione e successione delle roccie. - Roccie derivate. Sarà evidente, lasciando in disparte ogni conside¬ razione contemplata nel capitolo precedente, che tutti i fattori di disintegrazione e di erosione vadano for¬ nendo del materiale per ricostruzione. La melma asportata dal terreno, per mezzo del¬ l’acqua corrente, aspetta soltanto una pausa od una alterazione nel moto dell’acqua per posarsi ovunque; il materiale portato via dalle roccie per via di solu¬ zione, cerca nuove combinazioni ; l’erosione prodotta dal vento o dal mare è soltanto un preliminare per la formazione di strati. Gli strati che sono puramente i rottami ridotti delle roccie o di altri strati, sono de¬ posti nei laghi, od in qualunque luogo il movimento dei fiumi si rallenti abbastanza per lasciare andare a fondo le particelle solide. Gli strati sono similmente formati ovunque l’acqua corrente raggiunga il mare. Le linee costiere dei continenti differiscono moltissimo in località differenti. Lungo il gran dorso Americano, che corre quasi senza interruzione dall’Alaska al Capo Horn, la pendenza delle catene di montagne delle Ande e delle Cordigliere, può essere dimostrata con¬ tinuare dopo che le terre si sprofondano nelle acque del