Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/372

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


34« Lo sviluppo di un pianeta la distribuzione dei sedimenti depositati nei tempi Pa¬ leozoici nell’Europa e nell’Africa; e la di lui ipotesi si è che la posizione occupata dal Nord dell’Atlantico fosse occupata da un continente a cui vien dato il nome favoloso di Atlantide (i). La Groenlandia sarebbe un residuo di quello. Continenti Australi. Dei continenti del Sud, le isole Falkland, all’altezza deH’America del Sud, ci forniscono qualche luce alla sfuggita di un’antica istoria, poiché tali isole sono un frammento ripiegato di schisti Paleozoici; e la spinta dei più antichi strati accessibili nel Sud-America ci dà campo per congetturare di un continente che riem¬ pisse l’oceano tra l’Africa e gli esistenti continenti (i) L’espressione usata dall’autore farebbe ritenere l’Atlantide fosse situata all’incirca tra la Laurenzia e la Baltica (vedi carta a pagina seguente). La tradizione, meravigliosamente concorde presso tutti i popoli navigatori le assegnava un posto più meri dionale ; e cioè dalle isole Canarie a 100 km. ad O. del Marocco) alle isole Azorre (a 300 Km. ad Ò. delle coste Portoghesi, ab¬ bracciando Madera ed altri scogli, e giungendo forse fino al- l’Islanda ed alla Groenlandia all’estremo Nord. D. Federico de Botella ha presentato ai Congresso degli Ame¬ ricanisti a Madrid una memoria dal titolo : Pruebas geologicas de la exìstencia de la Atlantida'. su fauna y su flora. Secondo questo autore l'Atlantide sarebbe stata divisa dal¬ l’Europa ad epoca Quaternaria già inoltrata, in corrispondenza di altri moti e sollevamenti. Avrebbe tuttavia potuto permanere un’isola grande, che sarebbe sprofondata di poi, dopo la com¬ parsa dell’uomo ; e questi di tale cataclisma avrebbe potuto tra¬ mandare sino ai tempi storici un confuso ricordo per via di tra¬ dizione. Alle prove geologiche se ne aggiungono altre etnologiche circa i Guanches, aborigeni di stirpe berbera antichissima, dai crani simili a quelli degli uomini di Cro-Magnon ;vedi capo xix), e che pur mostravano qualche affinità di culto e di usanze con tribù antiche americane. Donde si vorrebbe dedurre che l’Atlan¬ tide fosse stato il ponte tra l’Africa e l’America. (Nota del Traduttore).