Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/380

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


35« Lo sviluppo di un pianeta furono popolati dai primissimi pesci che noi conosciamo. Nel Devoniano i pesci si trovano in numero crescente ed i pesci d’acqua dolce hanno stampate le loro im¬ pronte sulle roccie. Nel Carbonifero i muschi fossili (i), che sono stati rinforzati durante il Devoniano da vere felci, hanno sviluppato nella flora fossile quell’abbon¬ danza per causa della quale rimane impicciolito ogni altro ricordo di quest’epoca. L’ultimo dei periodi Pa¬ leozoici, il Permiano ci rivela i rettili ; ma essi, giu¬ dicati dall’abbondanza dei loro resti appartengono propriamente al Mesozoico od Era media, cioè al Trias¬ sico, al Giurassico, ed all’età della Creta. Gli uccelli ebbero principio molto prima che il Mediterraneo Centrale sommergesse la parte maggiore dell’Eurasia del Sud ; il più antico degli uccelli fossili conosciuti, l’Archceopteryx data dai tempi Giurassici. Nel periodo Cretaceo gli uccelli di mare devono essersi sviluppati ; ed i loro resti fossili, parecchi dei quali di uccelli natanti, altri di uccelli con potenza ed am¬ piezza d’ali molto considerevoli, testificano la distesa del mare ed il doppio impulso che esso ha dato alle due linee di sviluppo tra gli uccelli. Agli strati del Triassico appartengono le più antiche traccie di mammiferi (2) ; ma essi si svilupparono (1) « Le terre del periodo Siluriano avevano probabilmente una vegetazione crittogamica, in cui i licopodi e le felci tenevano la parte principale ». (Sir Arch. Geikie « Text Book of Geology », 4* ediz., Voi. Il, pag. 937). Geikie qualifica queste osservazioni tuttavia, in una nota, col dire che Zeiller nel suo recente « Text Book » appunta che l’evidenza di qualche pianta nel periodo Siluriano, di grado superiore alle alghe è eccessivamente me¬ schina. 11 Dott. H. Scott (« Studies in Fossil Botany » 2* ediz., pag. 6), dice che sebbene la massima parte dei resti fossili del Siluriano siano fuori d’ogni dubbio, vi è qualche evidenza che persino a quel periodo primitivo fossero di già comparse delle piante vascolari. (2) « Uno fra i fatti meritevoli di essere notati, nella paleon¬ tologia del Trias si è la contingenza in questo sistema delle prime