Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/424

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


400 Lo sviluppo di un pianeta sono stati definitivamente assegnati ad una nuova razza fin qui sconosciuta nelle grotte Europee, e si dice siano degli « scheletri di negroidi » oppure della « razza Grimaldi ». Questo è veramente un fatto sor¬ prendente Questi scheletri suggeriscono l’idea che vi fosse di già una razza negroide nell’Africa, alcuni individui della quale avrebbero errato tanto a Nord da giungere sino alle Alpi Marittime ». La deduzione fatta da questa scoperta si è che in quel periodo re¬ moto vi fossero di già tre grandi rami esistenti della razza umana — la razza negroide ricciuta, gli uomini di Neander, e quelli di Cromagnard, altamente svi¬ luppati. In età più tarda, il posto degli artistici Cro¬ magnard fu preso dagli uomini Neolitici, che potevano fare bene delle armi di selce, veramente meglio di molto che ogni altro dei loro predecessori, ma che furono una razza ottusa se paragonata coi Croma¬ gnard. Noi non possediamo ancora indizio alcuno donde siano sorti questi tardivi Neolitici e come siansi sviluppati, nè che vi fossero dei loro contemporanei in altre parti del mondo (i). Armi ed attrezzi. Per l’evidenza dei crani noi ritorniamo a quelle forniteci dalle armi e strumenti che lasciarono questi uomini primitivi, dai disegni che alcuni di essi fecero, e dalle reliquie degli animali che sono presunti essere stati contemporanei con essi. Le armi di quarzo e gli stru¬ menti sono all’ingrosso divisi in quelli fatti dagli uomini più antichi, ossia Paleolitici, ed i più rifiniti articoli fatti dagli uomini Neolitici, i quali, continuando la storia dell’uomo attraverso a quella che vien detta età della pietra, la conducono sino entro i limiti della memorie storiche. Ma in numerose località sono state (i)(i) Vedere Appendice E.