Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


68 Lo sviluppo di un pianeta più fredda, perciò la Terra sia progredita da uno stadio simile a quello di Giove, e che perverrà in de¬ finitiva alla condizione della Luna. L’evoluzione di un pianeta è determinata per gran¬ dissima parte dalle sue dimensioni ; e sarebbe molto incerto il presumere che la storia di Giove rassomi¬ glierà a quella della Terra, mentre egli è quasi certo che la storia trascorsa della Luna, durante metà del periodo dell’esistenza sua, ha differito radicalmente da quella della Terra. Egli è oltremodo improbabile che la Luna abbia giammai avuta un’atmosfera di una qualche per¬ cettibile quantità, perchè l’attrazione della sua forza di gravitazione non fu giammai sufficiente per neutra¬ lizzare le tendenze di fuggirsene verso l’esterno, che caratterizzano le molecole dei gaz atmosferici. Atmosfere di Pianeti. Tutte le molecole di gaz sono in movimento rapido; e quanto più è rarefatto un gaz e tanto più è grande la ve¬ locità media di queste particelle. La velocità di alcune delle molecole dev’essere considerevolmente più grande che la media, e probabilmente in qualche epoca della sua storia ciascuna molecola raggiunge la più grande velocità di cui essa sia capace. Ora per ciascun orbe planetario vi è una velocità che sarebbe sufficiente per portar via una molecola fuori da quell’orbe ; ed è la regola che più è grande l’orbe, e maggiore è la sua attrazione di gravitazione, e maggiore avrebbe da essere la velocità delle molecole per fuggirsene via. Reciprocamente più è piccolo l’orbe, minore è la ve¬ locità che dovrebbero avere le molecole fuggenti. La velocità che una molecola di gaz avrebbe da raggiun¬ gere per volar via dalla terra sarebbe di 7 miglia al secondo : da Venere 6,2 al secondo : da Mercurio miglia 2,9 al secondo: da Marte miglia 3,2 al se¬