Pagina:Guida al Lago d'Iseo.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
6

quattro metri di profondità in questa torba, mostrano che essa è molto antica, ma che venne formata massimamente in tempi storici, come lo fu quella di Torbiato1 a sei chilometri a mezzodì di questa, e nella quale sul fondo si trovarono pure molte cuspidi simili. La torbiera di Torbiato ora è esaurita, quella d’Iseo si prese a cavare regolarmente nel 1862, ed ha macchina di ferro galeggiante spappolatrice, varatavi il 7 luglio 1867. Ora vi si cavano dalli 50 alli 80 mila quintali di torba all’anno, e d’estate vi lavorano 180 persone.

Per Iseo passano annualmente duecento mila ettolitri di grano che il bacino del lago, dell’Oglio e del Serio superiore attirano dal piano bresciano, dal mantovano e dal cremonese. Ci passano anche medianamente ottantamila ettolitri di vino, e pei bacini medesimi, dai quali scendono in cambio centomila quintali di ghise, acciai e ferri, quarantamila quintali di castagne, ventimila di legnami, tremila di vimini, sessantamila di gessi e quaranta mila capi di bestiami di varie qualità. per dirigersene una quarta parte verso la Bergamasca allo sbocco del lago di Sarnico. In Iseo si tengono due mercati settimanali, il martedì ed il venerdì, pei quali nel 1855 costrusse un maestoso locale sociale, che serve anche quale

  1. Torbiat, Torbole col nome denotano la natura del suolo torboso con acque torbide.