Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 41 =

Ragione, è lavoro di Gio. Batt. Vismara, fatta nel passato secolo. Procedendo abbiamo a sinistra il

Duomo.

Fabbrica del Cav. Fontana. A sinistra entrando al primo altare la tela è di Gio. Batt. Moroni, di facciata vedesi una tavola stupenda di Andrea Previtali. La Capella del Crocifisso ricca di dipinti, dorature e marmi fu fabbricata da poco tempo sul disegno dell’architetto Delpino. I freschi sono di Antonio Guadagnini. La tela a sinistra salendo al coro è ardito lavoro di Gio. Batt. Tiepolo. Quivi dietro l’altar maggiore v’è una leggiadra Madonna della scuola di Giambellino. La cupola è dipinta da Coghetti. Nella chiesuola di S. Vincenzo a destra dell’altar Maggiore può distinguersi il santo titolare di Carlo Ceresa, bergamasco. Nella sacristia è raro cimelio una croce d’argento lavorata da Ugo Lorenzoni da Vertova sopra disegno di Pietro da Nova nel 1386. Fra i quadri vanno distinte tre tavolette di Lorenzo Lotto.

Battistero.

Mal collocato in un cortile della Cattedrale, è questo un monumento antichissimo, forse anteriore ai Campilioni, a cui alcuni lo vol-