Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 40 =

nicipale. È architettura dello Scamozzi, ma non è finita, che la parte inferiore. Nell’interno vi sono dipinti di Alessandro Allori detto il Bronzino, del Bassano, di Tiziano, di Podestà, del Coghetti ecc.

Palazzo Vecchio o della Ragione, ora Biblioteca.

Di faccia al Municipio chiude la piazza di forma quadrangolare il palazzo della Ragione. Edificio antichissimo, due volte incendiato; l’ultima il 25 Giugno 1513, giorno in cui le soldatesche spagnuole, che combattevano contro Francia, occuparono Bergamo. Fu riedificato pochi anni dopo sopra disegno di Pietro Isabello detto Abano. Dell’antico furono conservati i pilastri, il gusto delle cui sculture dinotano la loro rinomata origine. Ora il palazzo della Ragione serve alla Civica Biblioteca. Il locale, che prima era un unico salone, fu diviso e ben disposto ed ordinato. La Biblioteca possiede circa 100 mila volumi. Avvi una preziosa raccolta di novellieri donata dal Conte Aurelio Carrara, ed altra di cose spettanti Bergamo, regalata or ora dal Conte Cav. Vimercati Sozzi. La statua della Pace è opera di Benzoni, il busto del card. Maj è del Tenerani, quello del Tasso, del Vela.

La rozza statua dello stesso poeta che vedesi sulla piazza adossata al Palazzo della