Pagina:Guido Carocci I dintorni di Firenze 01.djvu/219

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

BARRIERA DEL PONTE ROSSO. 177

Spedale destinato ad alloggiare i pellegrini e ad accogliere i trovatelli che dal Mugello venivano trasportati a Firenze.

Cepparello o la Querciola. - Villa Rosselli Del Turco. La villa, di forme eleganti, ridotta all’aspetto presente dall’architetto Micheli, si chiama comunemente la villa di Montereggi e sorge nel luogo dove fin da tempo remoto ebbe estesi possessi la celebre famiglia Cresci. Più tardi, nel XVI secolo, fu qui una piccola casa da signore dei Galli del Gonfalone Leon d’Oro e quindi dei Da Cepparello dai quali la comprarono i Rosselli. Pellegrino Rosselli la trasmise nel 1727 in eredità ai Del Turco originarj di Monte Varchi, i quali assunsero da allora anche il cognome del testatore. La villa fu accresciuta di proporzioni dagli attuali possessori. Nell’ampia tenuta annessa a questa villa, sono comprese parecchie antiche case da signore ridotte successivamente ad uso di dimora di lavoratori delle terre.

Poggiuolo o il Palazzaccio. - Casa Rosselli Del Turco. — Sulla vetta di un ripido poggio che domina l’alta valle del Mugnone, sorgeva dominando la sottoposta via del Mugello, un forte castelletto che in tempi remoti fu degli Agolanti, famiglia un giorno potentissima, ma che fiaccata dalle lotte delle fazioni, decadde ed esulò da Firenze. Alcuni dei beni che essa possedeva a Sveglia e nei dintorni vennero acquistati dai Cresci, altra cospicua famiglia che era discesa a Firenze da Montereggi dov’ebbe la sua origine, tanto che talvolta cambiò il nome in quello di Tragualzi da Montereggi. Il vecchio fortilizio del Pogginolo esisteva sempre anche quand’era de’ Cresci, perchè nel maggio del 1423 Giovanni di Lodovico Cresci lasciava ai figli di Cresci di Lorenzo suo congiunto una casa da signore con mezzo fortilizio in luogo detto il Poggiuolo. Troviamo questo luogo in possesso di quella famiglia anche ai primi del secolo XVI, poi nel 1530 esso appartiene ad un Girolamo di Maestro Bartolommeo ascritto al gonfalone Lion d’Oro.

Sorbano. - Casa Rosselli Del Turco. — Fu casa da signore de’ Cresci. Cosa vedova di Andrea Cresci la lasciò nel 1490 allo Spedale di S. Maria Nuova con patto di


12