Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

89

collo di quella canaglietta non avrebbero fatto gran che di male e forse avrebbero più presto liberato il mondo da un prepotente vigliacco; essendo vile colui, che pel gusto malvagio di tormentare l’altrui coscienza, senza ragione provoca con offese atroci ed uccide le persone miti, o incapaci di reazione.


Nel dicembre del 1840, ad Algeri, restò ucciso in duello alla pistola uno dei testimoni, che deposero a carico nel processo Lafarge, a Limoges.


Nel 1840, in seguito a diverbio tra Cesarò e Damiani, uno scontro alla spada ebbe luogo a Palermo.

Il Damiani ferito gravemente di punta poco dopo moriva.


1841. Van Bolhuis e il tenente Van Lith de Jeude; Lynch e Malachia Kelly; tra un ufficiale e un redattore dell’«Emancipation.» — Nel maggio del 1841 il professore Van Bolhuis ebbe a lamentarsi, col direttore della scuola militare di Breda, del contegno degli ufficiali della scuola di equitazione per ogni volta ch’egli entrava nella sala, per fare la sua lezione. Si burlavano di lui, insomma, in mille guise, quando lo salutavano.

Il comandante cercò di calmarlo, osservandogli, che forse eravi equivoco, o esagerazione.

Di lì a due mesi e cioè nel luglio, il professore Van Bolhuis, credendo di aver nuovo appiglio a lamentele contro quei signori militari, andò a trovarli, accompagnato dal capitano Kerkwyk, per avere una spiegazione. Appena il professore entrò, tutti gli ufficiali si scoprirono il capo, perchè