Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
116


I due avversari rimasti soli, Balsch trae la spada e la spezza, onde l’avversario non abbia nulla da temere di lui; ma soggiunge Balsch:

— Domani all’alba ci troveremo fuori di città, e mi renderete conto dell’accaduto colla pistola alla mano.

Accettato il convegno, i due avversari si separarono per mettersi alla ricerca dei padrini. Balsch scelse i cognati Ghika-Costaki, e Stolberg il bojardo Radunako-Rossetti e Cascaris-Rossetti, ministro di giustizia il primo, presidente del tribunale d’appello il secondo. Il principe reggente, informato dell’accaduto, accorse sul luogo del combattimento; ma troppo tardi, perchè strada facendo, s’imbattè nel triste convoglio, che gli riportava il cadavere del genero Balsch.


1855. — E dalla Gazzetta di Colonia del 14 marzo del 1855 traduco:

Scrivono da Berlino in data 10 corrente:

Voi avrete appreso senza dubbio l’avvenimento che da stamane è causa di una immensa commozione per la nostra città.

Il direttore generale della polizia, signor De Hinckeldey è stato ucciso in duello questa mattina, tra le dieci e le undici, a Carlottenburg, da un membro della Camera dei Signori, primo luogotenente De Rochow. La palla lo ha colpito al cuore, e dopo qualche secondo, l’infelice è morto.

Al duello è attribuita questa causa. Alcuni giorni or sono De Hinckeldey si sarebbe presentato in grande uniforme nei locali ove aveva ludgo un carosello, organizzato dai principi della famiglia reale e dai membri dell’alta nobiltà. De Rochow, uno dei commissari, sarebbe andato incontro al direttore generale della polizia per osservargli che non c’era bisogno di alcun rappresentante di polizia. Ne sarebbe seguita una disputa grave e una sfida.

De Rochow s’è messo subito a disposizione del ministro dell’interno e del comandante militare, maggior generale de