Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

125

se si riflette, che la ferita fu arrecata quando appunto il Bozzano, ferito esso pure all’inguine e alla coscia, cadeva a terra in un mare di sangue.


1864. Il conte C**res e lo spagnolo H**. — All’epoca nella quale il generale Crespin prese il comando della Scuola di cavalleria di Saumur, un duello mise sottosopra il Ministero della guerra per la caparbietà dei duellanti.

Lo scontro ebbe luogo fra il conte de C**res ufficiale negli usseri e un giovane spagnuolo de H***, di cui il fratello, in qualità di ufficiale straniero, frequentava i corsi di quella Scuola.

Il conte de C** si distingueva per il suo carattere aggressivo e per la sua abilità nel maneggio delle armi da duello. Si racconta, che durante il suo soggiorno in Africa, molti furono i duelli nei quali egli uccise l’avversario; ciò che aveva ridotto gli stessi suoi colleghi a non vederlo più di buon occhio.

La causa di quest’ultimo duello fu il giuoco, durante il quale il conte de C**, lasciandosi trasportare dal suo pessimo carattere, finì col gettare in viso allo spagnuolo le carte, che teneva in mano.

Su due piedi si venne al duello con pistola e lo spagnolo fu ucciso.

Il giorno de’ funerali di questa infelicissima vittima dello stupidissimo duello, ai quali avevano voluto prendere parte tutti gli ufficiali della Scuola, il sotto prefetto di Saumur dava un gran ballo. Si trattava di un ballo ufficiale, al quale era invitata la burocrazia civile e quella militare della sotto-prefettura.

Il conte de C**, invece di seguire quanto l’educazione e la convenienza consigliano in simili circostanze, trascinato sempre dalla ingiustificata alterezza del suo carattere, si recò al ballo; ma al momento di entrare, il fratello della vittima gli sbarrò il passo, esclamando: