Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/205

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

193


Eccola:

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

«Il Correzionale e le Assise assorbono pure qualche cosa dal pubblico; e il pubblico non faceva che dire: come mai con quattordici, con diciassette ferite, i medici non hanno fatto smettere? Lasciamo ora da parte le solite esagerazioni del pubblico, ma pur troppo la prima colpa si attribuiva al medico, con tutto il resto poi che diceva quella cara bocchina.... del pubblico medico.... difatti i miei colleghi non avrebbero avuto torto comecchè la mansione del medico nel duello sia molto difficile, tanto davanti al codice cavalleresco, che a quello penale, all’umanità e alla coscienza. Ed è certo che se la soluzione di una partita d’armi per gravi offese, debba aver luogo soltanto per grave lesione, è altrettanto vero che quando l’avversario non ha saputo in venti assalti apportare detta lesione, e a forza di piccole lesioni ha impossibilitato l’altro a continuare la tenzone, non può da costui esigere che gli faccia da piattone, nè da servitore. Si conservi, per Dio, la sua vittima e tiri colpi mortali esponendo la propria pelle, ma per troppa prudenza non si rovini il boccone a smozziconi, apportando una somma di piccole ferite. Un medico può dichiarare inabilitato uno al proseguimento del combattimento anche senza ferite per la sola stanchezza, e può perfino dichiarare uno inabile anche prima che si batta, per il solo morale, che potrebbe, per esempio, ridurre uno al sub-deliquio. Che sono forse gli avvocati o i muratori o i falegnami che devono insegnare ai medici come si devono comportare sul terreno? Noi dobbiamo saperlo.

Dunque tutti i medici avrebbero criticato o criticavano di già l’operato mio quando io avessi lasciato passare il verbale.

Notisi ancora che ventidue medici, con qualcuno de’ quali ho potuto parlare, erano stati a visitare il professor Parrini durante la sua breve degenza a letto. E sulla bocca di tutti veniva una parola diretta a me «perchè non avete fatto cessare?»

Se, come si era fissato, non fossero stati stampati ver-


13