Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/266

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
254


Al primo colpo il colonnello Romero si fa il suo uomo, che cade stecchito al suolo.

Il 26 agosto dell’anno successivo (1895) il duello tragico ha una coda in tribunale.

Al colonnello Romero si faceva l’accusa, tra le altre, di non aver sparato al comando; di aver portato sul terreno pistole rigate; infine, di aver fatto un passo avanti prima di sparare.

I giurati dettero verdetto affermativo sui quesiti proposti loro, e il colonnello Romero, fu condannato a 3 anni e 4 mesi di lavori forzati; a 1800 dollari (pari a lire italiane 9000, non valutato il cambio) da commutarsi in 100 giorni di galera in caso di mancato pagamento.

Inoltre, fu condannato alle spese del processo, dei funerali della sua vittima e a pagare, durante 18 anni, 4500 dollari all’anno, alla vedova e ai figli di Verastegui. I quattro padrini furono assolti; ma il presidente si appellò contro questa liberazione, chiedendo che almeno si colpisse il generale Rocha, che aveva diretto lo scontro.

Ed ora, andate a battervi nel Messico, se ne avete la voglia!


1895. Harry-Alis e Le Chântelier; il maggiore Shacklett e il colonnello Robinson; Benedetti e Alessandri; Lahovary e Catagrin; Niculescu e Filipescu; Russo e Cianciolo; Pruder e Berlinower; i tenenti Khün e Joachin. — Nel 1887 Harry-Alis pubblicò nel Débats una cronaca sulla scherma e sul duello. Ai principio di questa cronaca Harry-Alis faceva elogio della scherma, ma non risparmiava epigrammi marzialeschi a certi tipi assidui delle sale d’armi. Poi, satireggiava il duello e soprattutto quelli nei quali non si tira che.... alle estremità.

Egli scriveva: «Volontariamente, trattando della scherma attuale, non ho parlato del duello, che dovrebbe avere con essa (la scherma) un rapporto diretto e invece non ne ha