Pagina:I Nibelunghi, Hoepli, 1889, II.djvu/270

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Avventura Trentacinquesima

In che modo Iringo fu ucciso


     Di Danimarca allor gridò il margravio,
Iringo: L’opre mie lunga stagione
A l’onore affidai, buone e leggiadre
Opere feci in assalti e tenzoni
5Di gente in campo. Or tu m’apporta l’armi,
Chè qui restar vogl’io, d’Hàgene a fronte.
     Hàgen gridò: Cotesto io vi sconsiglio!
Però, giù di costà fate voi cenno
Che gli Unni eroi discendano. Se due,
10Se tre di voi sobbalzano in la sala,
Scender io li farò giù pei gradini
Assai malconci. — Ed Iringo dicea:
     Per ciò appunto non vo’ lasciar cotesto,

80