Pagina:I precursori di Lombroso.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 i precursori di c.lombroso

dalle deduzioni logiche e dai criteri del vero, vi è maggior delinquenza che negli scienziati.

Si studiarono pure altre tendenze ataviche ed anormali nei geroglifici, nella scrittura, nei gesti, nelle manifestazioni letterarie, artistiche, industriali dei delinquenti.

Avremmo così per sommi capi riassunto quanto di più caratteristico concorre alla formazione del tipo psico-antropologico del delinquente nato. Di quel delinquente nato che ha suscitato tante ripugnanze e tanti timori, perchè si ritenne che la Nuova Scuola penale si fosse messa sulla via di consacrare irresponsabile ed impunibile il delinquente, mettendo così in libertà i birbanti, e abolendo la libertà umana. Preconcetto che ha creato una leggenda infondata, poichè la Nuova Scuola tende anzi a rendere più continuata la sequestrazione, che ora in omaggio a dei computi da tavola pitagorica si interrompe, col criterio del solo esame del delitto come astrazione giuridica, senza tener calcolo della temibilità del delinquente e dell’interesse della efficace difesa sociale.

4. — Ma noi dobbiamo completare lo schizzo dell’opera Lombrosiana col parlare dell’identità, proclamata dal fondatore dell’Antropologia criminale, del delinquente nato col pazzo morale e coll’epilettico.

Lombroso intravvide questa identità progressivamente; in principio de’ suoi studi mise in evidenza anzi più le differenze che le analogie