Pagina:Il "genio" in guerra.djvu/26

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

gnati rarissimamente in combattimento e solo per caso, certuni ritengono di secondaria importanza l’opera loro. Invece in molte circostanze non si sa se possa ritenersi più meritorio combattere da una trincea o lavorare regolarmente e senza soste nelle stazioni di testa ed oltre, sotto il tiro e senza alcuna difesa.

Dopo la presa di Gorizia furono i Ferrovieri che riattarono la «Cormons-Gorizia» e la linea Pedecarsica con rapidità meravigliosa. In caso di bisogno.... tutti i Ferrovieri possono spingere.

Dopo l’occupazione dell’altipiano della Bainsizza il riattamento del tronco Gorizia-Canale allestito fulmineamente costò la vita a parecchi soldati del Genio.

Durante la ritirata di Caporetto — dopo i prodigi dei nostri soldati questo nome non ci turba più — l’opera delle compagnie ferrovieri per i lavori di sgombero, di ricupero di treni e materiali, per le interruzioni eseguite fu degna del maggior encomio.

Ma dovunque, appena si guardi un po’ da vicino le necessità della guerra moderna, si rivela l’attività dei Ferrovieri, dall’amplia-


— 24 —