Pagina:Il Buddha, Confucio e Lao-Tse.djvu/467

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
390 parte seconda

Dottrina Confuciana.


9.


«Lo Stato è il pieno svolgimento dell’umana natura».1


10.


«Il benessere materiale e l’educazione del popolo sono i due massimi fini che si propone lo Stato. La pace, e la costante e retta amministrazione delle faccende pubbliche sono le cose, per le quali esso sale in eccellenza».

Dottrina Cristiana.


9.


«Il Cristianesimo trovò un fine migliore nella dottrina della gloria eterna del regno di Dio; la quale si compie con la resurrezione de’ morti, e la rigenerazione del mondo».


10.


«Lo Stato cristiano è l’amministratore e il dispensiere de’ naturali doni di Dio; la Chiesa, la depositaria de’ doni della grazia. Il primo procura il benessere temporale; la seconda, la salute dell’anima. L’uno e l’altra debbono esser servi di Dio, e operar di conserva».

A queste dieci proposizioni ne aggiungerò un’altra, non meno importante, che trovo in un libro del dotto sinologo inglese T. Taylor Meadows, la quale è la seguente: «— Nessun popolo, tanto dell’antichità, quanto de’ tempi moderni, possiede una Letteratura sacra, così in tutto esente da narrazioni di cose lascive, e da qualsisia espressione che offenda il pudore, come quella de’ Cinesi».2


  1. Conf. pag. 358-359.
  2. T. Taylor Meadows, The Chinese and their rebellions, pag. 396.