Pagina:Il Trentino.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
2 il trentino.

lungo la cresta delle Alpi dello Zillerthal, sulle quali emerge l’Hochfeiler (3506 m.), il Picco dei Tre Signori (3499 m.)1.

Con questa catena che costituisce la parete settentrionale del bacino dell’Adige non coincide il confine linguistico e, ancor meno, quello politico dell’Italia. Quest’ultimo scorre quasi parallelo alla catena fra l’Oetz e il Venediger ed è formato alquanto bizzarramente da una linea che scende a cuneo tra il Lago d’Idro e il Benaco; risale e taglia l’estremità nordica del Lago di Garda, ridiscende da monte Altissimo e, seguendo la catena del Baldo, si spinge sull’Adige che tronca inferiormente a Borghetto e quindi si rialza e serpeggia pei Monti Lessini. Tanto all’Oetz che al Venediger, punti estremi della catena mediana, fanno corteo una densa selva di controsproni e di spalti che fanno capo ai colossi del Cevedale e della Marmolata donde alla lor volta si triforcano.

Dall’Oetz per il Cevedale (3762 m.) si sferrano verso S. il ramo più poderoso che si espande e si incunea con larghe branche tra l’Adige, il Garda, e l’Iseo e verso libeccio un altro ramo non meno gagliardo che spinge i suoi avamposti fino sulle sponde del Lago di Como; una terza e più modesta giogaia corre invece ad oriente in direzione parallela all’Adige il cui bacino viene da essa diviso in due parti.

Sull’opposto versante atesino si stacca dal Venediger una nodosa catena che dapprima a S. e poi a SW. si protende per il Picco dei Tre Signori, fino alla Marmolata (3260 m.), e prosegue quindi alle Pale di S. Martino, alle Vette Feltrine, al plesso di Cima d’Asta, donde si diramano altri contrafforti che coi Monti Lessini si avanzano fino alla sinistra dell’Adige; mentre la diramazione orientale si diffonde vastamente nel Cadore e nella Carnia e all’occidente corre la terza giogaia, di carattere secondario, a compiere, parallelamente al corso inferiore dell’Eisack, la divisione della vallata dell’Adige. Ora



  1. Marinelli Giovanni. La Terra. Vol. IV, Cap. III. La regione italiana. Milano, Vallardi, 1897. — Correnti Cesare. Fisionomia delle regioni italiche. In «Nipote del Vesta Verde» Anno 1853, Milano. — Ricci Vittore. Il Trentino. Nel giornale «La Famiglia e la Scuola » Milano, 1879. — Id. Di una causa remota del monumento a Dante Alighieri in Trento, nel volume «Il Trentino a Dante Alighieri». Trento, Zippel, 1896.