Pagina:Il Trentino.djvu/68

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IV. — Monti e valli; cenni orografici, geologici ed orometrici. 58


10. Il gruppo di Bondone1 confina a W. colla valle del Sarca, dal lago di Garda fino alle Sarche, a N. colla strada clie dalle Sarche conduce a Trento, ad E. colla Y. d’Adige da Trento a Ravazzone, a S. finalmente colla Val di Cameras e col Passo di Nago fino a Torbole.

Il gruppo ha un asse inclinato da NE. a SW. della lunghezza di circa 28 Km. ed è diviso in due parti dal Passo della Becca (1580 m.).

Sulla parte settentrionale eccellono il M. Cornetto (2180 m.). il Doss d’Àbramo (2101 m.), e il Palon (2090 m.), che in mezzo racchiudono una vasta e verde spianata detta propriamente il Bondone.

Più a N. si elevano la cima Vason (1560 m.) e il Col di Castion (1475 m.).

La sezione meridionale si eleva col M. Stivo a 2058 m. e colla Cima Alta a 1915 m. Le vaste praterie che stanno alla base di queste cime sono disseminate di numerose cascine e sono ricche di sorgenti.

Ai piedi del gruppo verso mezzogiorno si ha il lago di Loppio (220 m.) e a occidente si hanno gli importanti bacini lacustri di Toblino (250 m.) e di Cavedine (242 m.). Lungo quest’ultimo, in un’amenissima posizione, corre la strada che da Trento pel Buco di Vela e per l’insellatura di Vezzano conduce a Tione.

Gli strati più sviluppati di questo gruppo sono quelli del calcare grigio del lias; essi formano tutto il versante occidentale della catena e si sono rialzati verso E. così che nella gola di Ravina compaiono ad essi sottoposti la dolomia, il calcare conchiglifero e gli strati di Werfen.

Sulla cima del Doss d’Àbramo, nei dintorni di Sopramonte e di Sardagna e lungo la parte meridionale del gruppo, ai calcari liasici seguono il calcare difia e la scaglia. Il gruppo eocenico, meglio sviluppato che negli altri gruppi delle Alpi

Trentine fin qui considerate, si mostra qua e là in tutta la



  1. Gelmi E. Il monte Bondone di Trento, con ispecial riguardo alla sua flora «Ivi Bollet. d. Soc. Ven. Trent. di Sc. natur.» V. I. N. 2. Padova, 1880.