Pagina:Il Volapük - Critici e Abolitori.djvu/6

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 6 ―
— 6 —

fossero state formulate da qualcuno, cui più che assennatezza, avesse guidato livore contro il vp e il suo Autore, certamente non vi sarebbe stato luogo da prendersi il fastidio per mettere in evidenza tanta leggerezza di asserzioni e tanta assurdità di proposte: ma poichè veggo che una Associazione che si vanta per tanto numero di aderenti, alla quale io pure ho fatta adesione, non sospettando affatto che fosse quale ultimamente la si è addimostrata; e per conseguenza, poichè il mio nome si trova, come quello di molti altri, immediatamente dopo quella diatriba; nel timore che si abbia a dubitare che io pure aderisca, almeno in generale, alle idee e propositi esposti nella relazione di quell’Associazione, quale è stampata nel suddetto giornale: credo opportuno di rivolgermi all’Autore del Vp, ai Colleghi Senatans e alla sua Accademia, sodalizio di cui mi onoro di esser membro, e a tutti i veri Volapükisti (Vpisti) sparsi sulle cinque parti della terra, dei quali non pochi mi onorano di loro corrispondenza, per aprir loro tutto