Pagina:Il cavallarizzo.djvu/75

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DEL CAVALLARIZZO

ni contra orsi, & contra pardi i fulvi. I morelli contra porci selvaggi, & quelli che hanno gl’occhi fiammeggianti contra leoni, & di questo che dicono auttori gravi s’è vista isperientia. Et si vede anco che alcuni piu felicemente agitano, & adoprano un caval baio, che un leardo, & più d’un colore, che d’un’altro. Sì come gli astrologi anco ad alcuni persuadeno & ad alcuni vietano più questo che quall’altro cavallo di tale & tal colore. Benche questo in vero senza fondamento di ragione alcuna dal vietar in fuora de mantelli che sono in cattivissimo concetto & che si sono dimostri di sopra con ragiona. Et hora anco vi ricordo, che ne in caccia, ne in guerra vogliate usar mai caval zaino, ne che habbi troppo gran budello, & grande il ventre, perchè l’uno sarà fallace. & l’altro fracco duro & poltrone.


Cap. 23. Come deve essere lo stallone.


Presuppongo fin qui havervi detto assai bastevolmente tutto quello, che vi po’ far conoscere un bello; & bon cavallo; si da servirsene in tutte le cose pertinenti al cavalliero; come anco per volerlo mettere alla razza. Percioche havendovi io ragionato lungamente della natura, della forma, del colore, del merito, & in particolare de gl’occhi, dell’età & d’alcuni segni, che dimostrano il valore & vitio nel cervello. Per le quai cose tutte non solamente si pò far scelta de i cavalli boni da i rei, de i belli da’ brutti, & de’ vecchi da’ giovani; ma ancora si potrebbe facilmente senza altro conoscere qual fusse bono per far razza in quanto alle parti suddette: nondimeno parmi conveniente cosa hora dirvi anco più in particolare che quando vorrete elleggere un cavallo per razza, debbiate ben avertire di che età sia, di qual paese, di che colore, come è segnato: che occhi habbia, che valore sia il suo, che vaghezza, & fattezza apporti seco, & di che merito & virtù sia; & tutto questo potrete agevolmente conoscere per quello, che fin qui vi è stato detto. Ma di più aggiungeteli ancora che lo stallone deve essere di mezzana grandezza secondo Varone, il quale in questo luogo mi piace più che altro autore che sia. Et se pur le cavalle, alle quali lo havete à dare saranno grandi, quello anco eleggete di corpo grande, ma solido & duro; perche la solidezza del corpo dimostra gagliardezza assai. Ma venendo al particolare vi dico; & questo vi servirà anco in comprare, & considerare ogni altro cavallo che devete calarvi la beretta davanti à gl’occhi & considerarlo dall’unghie principalmente lequali deveno essere negre, liscie, dure, grandi, ritonde, & concave, & bene aperte & rilevate ne i calcagni. Le gambe deveno essere asciutte, & nervose, non grosse, ne sottile, le spalle ampie, piene di carne, moscolose, così anco il petto, & tutto il resto del corpo, deve essere di carne densa, & muscolosa, & per questo quasi nodoso con apparentia