Pagina:Il diavolo.djvu/317

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search





L’inferno c’è per comun punizione dei dannati e dei diavoli, dei tormentati e dei tormentatori Satana ha in sè più qualità e più officii, che pajono, a primo aspetto, non potersi conciliare fra loro. Cagion prima del male nel mondo, suscitatore instancabile di peccato, e seduttore perpetuo di anime, egli è nel tempo stesso il gran giustiziere, egli è colui per là cui opera il male è represso e il peccato si espia.

Non è così picciolo atto, nè così tenue pensiero, nella vita e nella mente degli uomini, di cui i demonii non serbino memoria, quando siavi in quelli alcuna parte, alcun fermento di colpa. Sant’Agostino vide una volta un diavolo che recava sulle spalle un grandissimo libro,