Pagina:Il diavolo.djvu/352

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
344 Capitolo duodecimo

feste piene di grazia, mettevano in rotta i demonii tutto all’intorno, dissipavano le procelle da questi suscitate assai volte, e producevano, altri mirabili effetti; onde l’inno della campana:

Laudo Deum verum,
     Plebem voco,
     Congrego clerum.
Defunctos ploro,
     Pestem fugo,
     Festa decoro.
Funera plango,
     Fulgura frango
     Sabbata pango.
Excito lentos,
     Dissipo ventos,
     Paco cruentos;

e in fine, talvolta, il terribile verso:


Est mea cunctorum terror vox dæmoniorum.


Le reliquie dei santi ghe avevano trionfato di tutti gli assalti e di tutte le insidie di Satana, ajutavano altri infiniti a conseguire consimili trionfi, e lo stesso dicasi di certi brevi bene-