Pagina:Il diavolo.djvu/441

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search






Alla conversione e alla redenzione del diavolo c’è un impedimento a cui non hanno pensato i teologi, e che i teologi negherebbero anzi, se ci pensassero: il diavolo è morto, o sta per morire; e morendo, egli non rientrerà nel regno dei cieli, ma rientrerà e si dissolverà nell’umana fantasia, nella stessa matrice ond’è uscito.

Secondo la opinion dei rabbini molti demonii sono mortali. Nei processi contro le streghe più di una volta le accusate narrarono che il diavolo ammalava di tanto in tanto, giungeva in punto di morte, poi si riaveva: in molte fiabe popolari, tuttora vive qua e là per l’Europa, il diavolo muore a dirittura. Mi basterà di ricordarne una mantovana, dove un giovane prende