Pagina:Il diavolo.djvu/470

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
462 Indice
I fabbri diabolici. ― L’ultimo fondo d’abisso. ― Il re delle tenebre. ― Cucina e banchetti infernali. Pene dei diavoli. ― Il purgatorio. ― Dannati fuor dell’inferno. ― Le anime dannate a processione. ― Storie orribili. ― Eternità e mitigazione delle pene infernali. ― La vision di san Paolo. ― Gli uccelli neri di Pozzuoli. ― Lasciate ogni speranza, o voi ch’entrate. ||
 307


Capitolo XII.

Le disfatte del diavolo.

Gli avversarii del diavolo. ― Armi varie. ― L’inno della campana. ― Bravura dei santi. ― Sante correzioni date da essi al nemico. ― Il nemico legato. ― Il nemico bastonato. ― Il nemico imprigionato. ― Burle e sfregi varii: il gloriosissimo san Chiuppillo. ― Storia edificante di santa Giuliana. ― Storia non meno edificante di santa Gertrude. ― Il pugilato col diavolo. ― Guerra contro i diavoli invasori. ― Come si liberasse certo chierico indemoniato. ― Esorcismi ed esorcisti. ||
 339


Capitolo XIII.

Seguitano le disfatte del diavolo.

Santi che scendono di cielo. ― Storia di un vescovo molto devoto di sant’Andrea. ― Angeli e diavoli. ― La Vergine trionfatrice. ― Storia del cavaliere impoverito. ― Contrasti di più maniere. ― Esempio del mal cavaliere del re Coenredo. ― Il libriccino delle buone opere. ― Anime strappate di mano ai diavoli.||