Pagina:Il ladino nel sistema formativo.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

44 Paul Videsott


4. Tesi di laurea della Sezione ladina

Appartengono – in senso lato – alla produzione scientifica della Sezione ladina anche le numerose tesi di laura che sono state elaborate da parte delle studentesse ladine, ma non solo: tesi con argomento ladino sono state redatte anche nelle Sezioni tedesca ed italiana (specialmente da parte di studentesse che avevano qualche legame con il mondo ladino), e soprattutto da ladini iscritti in altre facoltà della LUB.19 Le finora esattamente 40 tesi di laurea presentate da studentesse della Sezione ladina meriterebbero di essere presentate una ad una (cf. la lista nell’appendice), ma in questa sede segnaliamo almeno le studentesse che hanno sviluppato un argomento particolarmente vicino ai nostri obiettivi di ricerca, p.es. Katrin Clement, Patrizia Pedevilla, Heidi Obletter, Marina Holzknecht, Katja Pescollderungg, nonché Monika Rizzi. Una menzione particolare la riserviamo a Isabella Mussner in quanto autrice prima tesi di laurea al mondo scritta in ladino dolomitico. Le studentesse della Sezione ladina hanno la possibilità di scegliere la lingua della loro tesi tra italiano, tedesco e ladino, e la possibilità di scriverla proprio in ladino è diventata ultimamente un’opzione che viene presa in considerazione sempre più spesso, anche se questo comporta per le laureande uno sforzo non indifferente dal punto di vista linguistico e terminologico. Naturalmente non c’è nessun “bonus” sulla qualità o sui contenuti per chi scrive la tesi di laurea in ladino: proprio per questo la redazione di tesi in ladino comporta, come effetto collaterale desiderato, un sostanziale arricchimento del lessico specialistico ladino. Da parte nostra, cercheremo di incentivare ancora di più le studentesse a rendere pubblici i risultati dei loro lavori mediante articoli e presentazioni.

5. Impatto sul territorio

Tra gli impatti che la Sezione ladina ha avuto sul territorio nei 10 anni della propria attività vanno annoverate soprattutto le 40 studentesse che hanno terminato gli studi di Scienze della Formazione primaria/Sezione ladina e che sono state integrate immediatamente nel mondo della scuola ladina in Val Badia, in Val Gardena ed in Val di Fassa.20 In più occasioni è stato sottolineato il 19 Ricordiamo almeno: Moling, Michael: ladins dla dolomites. Ein P rojekt für die ladinische Identität (2005/06, Facoltá di Design); Vittur, Maria Magdalena: Ladiner in Brixen. Ein Beispiel für Integration (2007/08, facoltà di Scienze della formazione, Sezione tedesca); Gillarduzzi, Dino: Siróne adóra? (Ce la faremo? Werden wir es schaffen? Will we make it?) Graphic visualizations for the re-awekening of the ladin spirit (2008/09, Facoltá di Design). 20 Esse si ripartiscono nella maniera seguente tra le tre vallate e i due titoli di studio (Scuola primaria [SP] e Scuola dell’infanzia [SI]): Gherdëina/Val Gardena 25 (20 SP, 5 SI); Val Badia 14 (20 SP, 4 SI), Fascia/Val di Fassa 1 (1 SP). Finor a non ci sono state laureate provenienti dalle valli di Fodom/Livinallongo e di Anpezo/Cortina d’Ampezzo.