Pagina:Il mio cuore fra i reticolati.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 31 —

ne! Allora uscire, cercare un angolo remoto, una quieta città provinciale, dove fosse qualche antico Ateneo. Ce ne sono tante in Italia! Padova, Urbino, Pisa, Ferrara, Pavia, Modena, Siena..... Dapprincipio fu incerto: poi, ricordandosi che aveva a Ferrara una vecchia zia che gli era assai cara, si decise per Ferrara.

Gli bastarono tre giorni per essere pronto a partire. E partì all'inglese, senza dir nulla a nessuno, senza salutare nessuno, senza lasciare l'indirizzo. Ma era così felice. Immaginarsi: un segreto e uno scopo nuovo! Gli pareva di essere un uomo sistemato, perfettamente a posto.

Questo avveniva nel Novembre 1914. Franco aveva esattamente ventiquattro anni e mezzo.

*

Ferrara, vista in quegli anni, passava, non del tutto ingiustamente, per una città morta: Cosa non discutibile. Ma non bisogna dimenticare che anche allora era una città di Romagna, la più antica e la più illustre fra le città di Romagna.

Certamente c'è qualche cosa che le impediva di marciare verso gli splendori ultracivili: le Torri del Castello, pesantissime, con l'acqua attorno perchè non le raggiungesse