Pagina:Il mio cuore fra i reticolati.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 34 —

che io posso capirvi meglio e più acutamente di qualunque altro?

— Sì, avete ragione. Voi mi sembrate molto buono, e capace di intendere i sentimenti più intimi e complicati. Ma come si fa a spiegarsi? è così difficile.....

— Lo so. Forse è bene che ci avviciniamo. Volete che vi aiuti? Ecco, vediamo: si tratta forse di qualche flirt....

— Oh non dite questo. Nel mio cuore non c'è posto per il flirt, potrebbe esserci solo per la passione. Solo che, questa ha tali elementi di volgarità e di brutalità, che, dopo un brevissimo principio, in cui pareva dovessi anch'io soccombere agli istinti e le febbri della nostra fragilità, ho saputo liberarmene con violenza, e il disgusto che quella rapida prova mi ha lasciato è tale, da togliermi per sempre la voglia di ricominciare.

— Ma scusate una domanda: forse l'uomo che avete incontrato non vi piaceva?

— Al contrario: mi piaceva moltissimo. O almeno, credevo di esserne innamorata. Certo, se egli non avesse avuto fretta a rivelare il suo intimo carattere, se non mi avesse scoperto subito la grossolanità dei rapporti che corrono fra uomo e donna, io sarei ancora una illusa e mi sarei lasciata trascinare da lui fin dove avesse voluto. Pensate: prima di conoscerlo, io ero una bambina piena d'in-