Pagina:Il piacere.djvu/107

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 95 ―

seguendola con gli occhi, ripeteva mentalmente la frase di lei: “Son venuta per voi soltanto.„ ― Ella era pur così bella, per lui, per lui solo! ― Subitamente, dal fondo del cuore gli si levò un resto dell’amarezza che vi avevano messa le parole dell’Angelieri. L’orchestra lanciavasi con impeto in una ripresa. Ed egli non dimenticò mai nè quelle note, nè quell’improvvisa angoscia, nè l’attitudine della donna, nè lo splendor della stoffa trascinata, nè una minima piega, né una minima ombra, né alcuna particolarità di quel momento supremo.