Pagina:Il terremoto del 1832 nello stato ecclesiastico.pdf/60

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
54

5 leghe, abbisognano di chiavi e di speroni. La chiesa delle Lagrime fra tutti i templi è la peggiore nel guasto.

Dieci persone raccolte in un molino del circondario di Trevi si salvarono fortunatamente pochi minuti innanzi, condotti fuori dalla curiosità di vedere scoccare una freccia da una balestra. Tutto l’edificio per quella scossa fu distrutto.

Montefalco, borgo graziosamente edificato sulla sommità di una ridente collina dista 3 leghe al N. da Spoleto, e numera 3398 popolani. Se il suo interno può considerarsi inferiormente a Bevagna danneggiato, ha il suo territorio, compartecipe e conterraneo della valle, offerto disgustosi fenomeni anteriormente alla catastrofe.

Due sorgenti di acque miste ad estranee materie sorsero dalla terra, ed elevatesi parecchi piedi formarono per due ore un rapido e non leggiero torrente. Quivi come in Cannara ed in Spello si sono rintracciate lunghe fenditure ne’ campi. I curiosi, che vi approssimarono il naso, pretesero di sentirvi l’odore di zolfo.