Pagina:Ingarrica - Opuscolo che contiene la raccolta di cento anacreontiche, 1834.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 31 )



53.

la calunnia.


La Calunnia è Dea d’Inferno1
     Che nemico impenna e spande,
     Per ferir l’Onor brillante,
     Che Virtude si formò.
Per sventura il mal s’ingoja,
     Senza critica, e ne piace;
     E così lo Birbo in pace
     Alimenta il suo livor.


54.

la perfidia.


La Perfidia è sempre pronta
     A tradir con crudeltade;
     Guai all’Uom, che in amistade,
     Creda il furbo ingannator.
Senza legge, e senza fede
     È tal mostro umanato:
     Tutto il Mondo è inviluppato,
     Nelle trame e nei venen.

  1. Dea perchè ha cultori.