Pagina:Ingarrica - Opuscolo che contiene la raccolta di cento anacreontiche, 1834.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 45 )



81.

la poverta’.


Povertade l’uomo abbatte
     In un modo sì potente,
     Che non vita, cuore, e mente
     Sente più; luce non ha.
Vien deriso, vien schernito
     Da ogni uom, da ogni gente;
     Ciò ch’è buon pur malamente
     Vien tenuto, a suo martir.


82.

la vita.


È la Vita quel bel tempo
     Che all’uom concesse Iddio
     Per godere, o figliuol mio,
     Di ogni uman felicità.
Se condotta non soddisfa
     La sua Santa Volontade
     Sta a veder, che in veritade
     Paga il fio del suo mancar.