Pagina:Ingegneri - Contro l'alchimia e gli alchimisti palinodia dell'Argonautica, 1606.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I

[versione diplomatica]

Ingegneri - Contro l'alchimia e gli alchimisti palinodia dell'Argonautica, 1606 (page 11 crop).jpg

C O N T R A

L' A L C H I M I A;

E  G L I  A L C H I M I S T I

Palinodia dell'Argonautica

D I

Angelo Ingegneri.


SC R I S S E lo Speroni, huomo eloquentiſſimo, vn curioſo Paradoſſo in fauore dell'Vſura; E perchè fù giudicato errore, che, anco da ſcherzo, ſi lodaſſe vn peccato di queſta ſorte, egli n'hebbe per penitenza fare quella bella eſſortatione alle Cortigiane, che ſi legge tra l'altre ſue leggiadriſsime Orationi. Hora à me, c'hò compoſto l'Argonautica, nella quale, oltra gli honori debitamente reſi à Principi, à Signori, & ad amici miei, pare, che mio ſcopo ſia ſtato' l commendar l'Alchimia,


[versione critica]

Ingegneri - Contro l'alchimia e gli alchimisti palinodia dell'Argonautica, 1606 (page 11 crop).jpg

C O N T R A

L' A L C H I M I A;

E  G L I  A L C H I M I S T I

Palinodia dell'Argonautica

D I

Angelo Ingegneri.


SC R I S S E lo Speroni, huomo eloquentissimo, un curioso Paradosso in favore dell'Usura; E perchè fù giudicato errore, che, anco da scherzo, si lodasse un peccato di questa sorte, egli n'hebbe per penitenza fare quella bella essortatione alle Cortigiane, che si legge tra l'altre sue leggiadrissime Orationi. Hora à me, c'hò composto l'Argonautica, nella quale, oltra gli honori debitamente resi à Principi, à Signori, et ad amici miei, pare, che mio scopo sia stato' l commendar l'Alchimia,


A et essal-